Storia movimentata

Gli inizi dell’hotel Zum Mohren

Uno sguardo al passato

L’Hotel Zum Mohren è a conduzione familiare da molte generazioni. Grazie all’impegno costante e alla coesione familiare, l’ex locanda “Gasthaus Zum Mohren” si è trasformata nell’attuale hotel a 4 stelle sul Lago di Resia.
 
In origine, la nostra casa non si trovava a Resia, bensì nel vicino paese di Curon Venosta. Anche l’odierno lago artificiale non esisteva. Al suo posto c’erano due piccoli laghi naturali. Nel 1950, il grande gruppo industriale “Montecatini” progettò la creazione di una diga di 22 metri di profondità che unificasse il Lago di Resia e il Lago di Mezzo, con l’obiettivo di poter ricavare energia elettrica. Per portare a termine il progetto, numerose case furono sommerse dall’acqua, tra cui la nostra vecchia locanda.

La nostra famiglia sfidò il destino e nel 1951 trasferì la sua attività a Resia. Grazie al duro lavoro e alla passione di prenderci cura dei nostri ospiti, la nostra attività familiare è continuata a crescere negli anni: la locanda si è trasformata in un hotel, e l’offerta si è fatta sempre più variegata. Oggigiorno, diverse generazioni della famiglia Folie lavorano sotto lo stesso tetto. Abbiamo imparato a rimanere al passo coi tempi senza dimenticare le nostre radici.

Vai al nome dell’hotel
Non possiamo definire in maniera precisa l’origine del nome “Zum Mohren”. Ma dalle ricerche effettuate risulta che ci fossero alloggi con questo nome soltanto lungo l’antica strada romana Via Claudia Augusta. I principi e i loro servitori di pelle scura, nonché tutti i tipi di pellegrini, viaggiavano spesso lungo questa importante strada commerciale, la quale univa l’Italia con il Sud della Germania, e si fermavano nei cosiddetti “ospizi”. Si presume che il nome “Zum Mohren” (in italiano “Dal moro”) derivi da questi ospiti.
 

Tutto sull’hotel

Scopri dettagli, informazioni e consigli utili

 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.